Würth in Trentino, “autoriparatori
MIRO con un alto potenziale’

"Associare il marchio Würth a MIRO è motivo di pregio. I clienti si fidano del consorzio". Lo ha detto Simona Fumagalli, Key account Lombardia Würth Italia, commentando la riuscita del week-end in Trentino e gli incoraggianti risultati del progetto pilota 'click & collect' che ha mosso i primi passi in quegli stessi giorni. Ma andiamo con ordine...

La partnership con il consorzio AsConAuto di Milano come è sfociata nel fine settimana del 7-9 giugno in Val di Fiemme?
Da un paio d'anni io e il dottor Rigoldi (Giovanni, presidente MIRO, NdA) volevamo organizzare un evento dal taglio ludico per una certa tipologia di clienti.
Giovanni Rigoldi è un amante della montagna, la nostra azienda ha sede a Egna, in provincia di Bolzano, e quindi è stato facile unire le due cose in un mix che funziona. Ci siamo incontrati a gennaio e abbiamo messo su carta una serie di idee che tenesse conto anche della volontà del consorzio di proseguire la formazione degli addetti ai ricambi delle concessionarie socie. Poi abbiamo sviluppato un progetto da proporre al cliente e partner MIRO. C'è stata condivisione di idee e di investimento: portare 97 persone a Egna non è stata cosa da poco.

Avete condiviso anche la scelta dei clienti?
Lo scopo di questo week-end era di premiare alcuni autoriparatori affiliati, scelti dal consorzio, fidelizzati. Ma c'era anche la volontà di coinvolgere gli autoriparatori che non conoscevano Würth e che con MIRO sviluppavano un fatturato importante.
Insieme a Martino e Luca (Falco e Manfrotto, rispettivamente Responsabile e Amministratore delegato del consorzio, NdA), abbiamo quindi individuato un centinaio di clienti inattivi con un grande potenziale. Portarli in azienda e vedere che cos'è Würth, ascoltare il discorso di Roberto Cavosi, li ha colpiti molto. A metà luglio, poco più di un mese dopo il fine settimana in Trentino, avevamo riattivato 37 clienti sul centinaio di inattivi.

A proposito di Cavosi, perché ha colpito nel segno?
Perché ha fatto un discorso non istituzionale ma con il cuore. Roberto è carismatico, è un motivatore naturale, in più è nato professionalmente in Würth.
È Responsabile del mondo cooperazione sia del settore artigianato che automotive ma è rimasta una persona umile, semplice, sempre disponibile e aperta ai colloqui. E infatti i clienti che hanno partecipato alla serata Würth lo hanno avvicinato e ringraziato.

Simona Fumagalli che cosa ha apprezzato, in particolare?
È stato un fine settimana molto emozionante, davvero riuscito: il meteo ci ha aiutato, le location erano bellissime e i clienti erano partecipi ed entusiasti.
Una cosa che mi ha tolto il fiato è stato il rafting sul fiume Avisio (nella foto in home page un momento della preparazione, NdA). Ci siamo trovati con equipaggi da 10-12 persone che non si conoscevano, e lì devi fidarti, devi eseguire i comandi in sincronia. Mi è piaciuto tantissimo.

La formula 'mix', clienti e magazzinieri insieme, vista dal partner ha funzionato?
Ha funzionato. L'unico aspetto che rivedrei è la sistemazione negli alberghi: per ragioni di spazio abbiamo dovuto dividere i nostri ospiti in due gruppi, ma la prossima volta tutti insieme nella stessa struttura.

Contestualmente al fine settimana in Trentino diventava operativo 'click & collect'. Di che cosa si tratta?
È un progetto pilota sviluppato con il punto vendita di Cormano, l'unico nell'area territoriale del consorzio, che ci permette di avvicinare anche le officine e le carrozzerie più piccole. Il meccanismo è semplice: scaricando l'App dal nostro sito, l'autoriparatore MIRO accede a un'offerta di 200 articoli disponibili presso il punto vendita a un prezzo molto competitivo. Qualunque sia l'importo dell'ordine, se fatto la mattina riceverà la merce al pomeriggio, ovviamente con il giro di consegne MIRO. I tempi sono sempre più ristretti, e poter contare sulla consegna in centro Milano a poche ore dall'ordine è una grossa opportunità.
Il servizio è nato ufficialmente il primo giugno, dopo la formazione che ha coinvolto i promoter del consorzio e i nostri venditori, e non lo abbiamo presentato intenzionalmente a Bolzano per non penalizzare chi non c'era. Abbiamo attivato un gruppo WhatsApp con i promoter e ogni giorno mi arriva la notifica di chi ha comprato cosa. Per ora siamo a 37 clienti, alcuni hanno già fatto più ordini. Considerando che ne abbiamo molti di grandi e strutturati che il promoter visita regolarmente, ma ne abbiamo anche di piccolissimi che sfuggono a una pianificazione di visite standard, 'click & collect' è una soluzione veloce e gratificante. Wurth c'è, c'è anche con il suo punto vendita, e MIRO garantisce sulla consegna.

La strategia dei punti vendita sta pagando?
Sono tre anni che siamo partiti con Cormano e il bilancio è assolutamente positivo, avere un punto fisico funziona. E poi, per il cliente associare il marchio Würth a MIRO è motivo di pregio. I clienti si fidano del consorzio.

  • Grandi flotte, l'elettrico non sfonda
    14 ottobre 2019 - Nonostante gli eco-bonus previsti dal Governo nel 2019, l'offerta di vetture elettriche non sfonda nemmeno nel settore delle grandi flotte aziendali. A frenare i driver, che preferiscono affidarsi a veicoli diesel, sono limiti di autonomia, rete infrastrutturale insufficiente e scarsa conoscenza del prodotto. Migliora, per contro, la percezione delle...

  • Sicurezza stradale: quanto conta la vista!
    11 ottobre 2019 - Se alle visite per il rinnovo della patente di guida si misurassero tutti i parametri legati alla vista e non solo l'acuità visiva si potrebbero risparmiare 800 morti e 4500 feriti l'anno, oltre ad almeno 4 miliardi di spese. Lo ha detto, durante un incontro in occasione della Giornata mondiale della vista a Roma, Raffaele Sangiulo, Presidente...

  • Euro NCAP, BMW batte tutti
    9 ottobre 2019 - Cinque stelle per le Serie 1 e 3 della BMW, quattro per Peugeot 208 e Jeep Cherokee. Sono i risultati della sesta serie di test Euro NCAP 2019, il progetto internazionale di valutazione degli standard di sicurezza delle auto nuove di cui è partner l'Automobile Club d'Italia. Regina indiscussa BMW Serie 3, che ha conquistato i punteggi massimi nelle prove...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK