Franco Benati (SIPAV),
"Novità per i clienti Miro"

In 60 anni di attività, tanti ne ha festeggiati a gennaio SIPAV, "l'esperienza e la collaborazione con i costruttori partner esclusivi ci hanno portato a creare un pacchetto prodotti di altissimo livello, che copre tutte le esigenze del cliente". Lo ha detto Franco Benati, Sales Manager Italia, da un quarto di secolo in forza all'azienda del gruppo Cemb specializzata nel settore delle attrezzature e del materiale di consumo per officine meccaniche e gommisti.

SIPAV ha da poco rinnovato la partnership con Miro. Buon segno?
Si è concluso un anno di rodaggio. Con un territorio e una clientela tanto vasta, è stato inevitabilmente un anno di approccio sia verso le concessionarie (attrezzature come quelle per l'accettazione del veicolo sono di interesse strategico per il business nell'ambito del service, abbiamo soluzioni che possono incrementare il loro guadagno), sia verso gli autoriparatori. Questo sarà l'anno in cui andremo a consolidare i rapporti. La mission SIPAV unisce vendita di prodotti e post vendita, il servizio di consulenza è sempre centrale.

Come riuscire ad essere incisivi sulla rete degli indipendenti?
All'autoriparatore proponiamo un servizio a 360 gradi, un servizio 'chiavi in mano'. Significa allestimento dell'officina progettazione compresa. E se l'officina già esiste, ragioniamo sulle diverse esigenze: dalla sostituzione di un'attrezzatura a un ampliamento fino alla realizzazione di una nuova sede.

Qual è la squadra in campo?
Cinque tecnici commerciali - agenti di commercio formati in modo da poter fornire consulenza tecnica - e un progettista. Ci presentiamo, indirizzati o accompagnati dai promoter, con condizioni riservate al consorzio.

Che cosa apprezza del management Miro?
La precisione e la gestione positiva del consorzio. È un rapporto che con l'andar del tempo potrà ulteriormente migliorare.

Un prodotto di punta dell'offerta SIPAV?
T Scan, un nuovo prodotto interessantissimo per le concessionarie auto e per le officine. È uno strumento che - lo si intuisce già dal nome - scannerizza il battistrada determinandone spessore e usura. Il riparatore fornisce quindi al cliente una serie di dati sulla sicurezza. Per esempio: il battistrada è consumato al punto che sarà necessario sostituire la gomma; attenzione che lo spazio di frenata sul bagnato si va ad allungare del 50 per cento... in più T Scan darà informazioni su 'come' il battistrada è consumato e quindi se è il caso di riallineare le ruote o invertirle.

  • Auto VS mezzi pubblici
    19 ottobre 2018 - Invecchia e non sempre ce ne prendiamo cura come dovremmo, ma l'auto resta il nostro mezzo di trasporto preferito. Secondo il rapporto Censis-Michelin che ha fotografato 'Le abitudini della mobilità', sono circa 27 i milioni di italiani che la preferiscono ai mezzi pubblici, ovvero il 65,4 per cento di chi si sposta per lavoro o altro (era il 57,4 nel 2001)...

  • Mercato: tutta Europa in netta frenata
    17 ottobre 2018 - Con il mese di settembre si archivia il terzo trimestre 2018 che si conclude con un fortissimo calo nelle vendite di autovetture nuove nel mercato dell'Europa dei 28+EFTA. Secondo i dati diffusi oggi dall'Acea, l'Associazione dei costruttori europei, le immatricolazioni di autovetture nuove nel mese di settembre 2018 sono state...

  • Bimbi dimenticati in auto? Ti avvisa Tata
    15 ottobre 2018 - Non un vero e proprio seggiolino 'anti-abbandono' - per il quale si sta aspettando l'emanazione del decreto attuativo e della relativa normativa tecnica - ma un cuscino che si annuncia altrettanto efficace. Si chiama Tata ed è un dispositivo hi-tech realizzato dalla startup italiana Filo e presentato alla Maker Faire, la fiera degli artigiani...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK