Progettazione, assistenza, manutenzione:
Quadrifoglio è il nuovo partner Miro

Quadrifoglio. La fortuna non c'entra, ma chissà che una ragione sociale così beneaugurante non ci metta del suo. Scherzi a parte, l'azienda fresca partner Miro per tutto quello che riguarda le attrezzature da officina ha una storia pluridecennale che parla per lei. Ce la facciamo riassumere dal titolare e fondatore, Francesco Della Croce, con l'aiuto del figlio Federico, che quattro anni fa ha aperto un nuovo canale di business.

Andiamo per ordine. Quadrifoglio perché?
Vuole la verità? All'epoca abitavo a Peschiera Borromeo, in un quartiere che si chiamava Quadrifoglio. Io e il mio socio non avevamo altre idee e... ecco Quadrifoglio snc.
Nasciamo più di 40 anni fa come azienda specializzata in attrezzature per autofficina, dal ponte sollevatore all'impianto di aspirazione gas di scarico... Tolto il pezzo di ricambio che forniscono i concessionari, noi ci occupiamo di tutto il resto: progettazione, sia in officina che in carrozzeria, assistenza, per esempio in previsione di una verifica o di una certificazione ISO, e manutenzione.

Con Miro come vi siete incontrati?
Conosco Luca (Manfrotto, amministratore delegato Miro, NdA) da molto tempo, ma nel settore dell'auto conoscono me e io conosco un po' tutti. Le racconto una cosa che mi ha fatto molto piacere, mi ha inorgoglito: un fornitore mi ha mandato un nuovo agente che si è presentato dicendo 'quando si parla di lei si parla di un senator in questo campo'. Se a 69 anni, in pensione, continuo a lavorare è perché questo lavoro mi piace.
Tornando alla sua domanda: oltre a Luca conoscevo AsConAuto, i furgoni si vedono in giro. Miro potrebbe essere un ponte per arrivare agli altri consorzi della Lombardia.

Intanto, dal consorzio di Milano che cosa vi aspettate?
Dicevo a mio figlio: "Se dei 900 riparatori clienti riuscissimo a fidelizzarne il 10 per cento sarei contentissimo".
Io sto lavorando cercando di fare del mio meglio, ma siamo essere umani e si può sbagliare. Ecco perché è importante avere qualcuno che ha sempre il polso della situazione: punto molto sul promoter, che mi dia informazioni sulle necessità del cliente ma anche sulle eventuali lamentele.

Concretamente come approcciate gli autoriparatori?
Lavoriamo soltanto su segnalazione, sono più di vent'anni che ho smesso di andare in giro con la valigetta a chiedere: "di che cosa avete bisogno?". Mi muovo sul passaparola, è un flusso continuo di segnalazioni - le ultime mi hanno portarto a siglare accordi con Car Clinic, con Gruppo Mocauto, con lo stesso Miro... - di persone che hanno sentito parlare di me.
Il promoter mi dice che c'è interesse in una certa officina? Andiamo a visitarla e programmiamo con il promoter un giro di una decina di clienti con un camion dimostrativo della Beta Utensili (che non è un articolo facilissimo). La mia idea è di seguire il promoter con articoli innovativi o con cui si può creare continuità. E di fare offerte mirate ogni mese.

Facendo assistenza rispondete anche a chiamate di emergenza?
Giovedì scorso abbiamo fatto la riunione con i promoter e venerdì mi ha chiamato un cliente per risolvere un problema su un sollevatore (non mio).
Siamo sempre pronti con una scorta di materiale per un'eventuale urgenza. Al limite, vado io a vedere e poi mando la persona giusta.

Qual è l'organico Quadrifoglio?
Oggi siamo io, mio figlio, due magazzinieri e due amministrativi, ma possiamo contare su una rete di installatori e di manutentori a chiamata. Un 20-30 per cento della nostra attività è di assistenza, non necessariamente su prodotti Quadrifoglio.
Se, anche grazie a Miro, il lavoro dovesse crescere, non avrò nessun problema ad ampliarmi. L'anno scorso abbiamo preso un nuovo capannone e ci siamo spostati da Sovico, 500 metri quadrati che abbiamo mantenuto come magazzino per le grosse attrezzature, ad Arcore, dov'è stoccato il materiale di consumo.

Area che presidia suo figlio?
Esattamente. È lui che ha avuto l'idea di sviluppare quest'altro filone.

Federico, di che cosa stiamo parlando?
Di una risposta a un'esigenza di mercato, nel caso specifico alle richieste di nuovi prodotti da parte di Car Clinic. Noi ci siamo, ascoltiamo tutte le filiali che seguiamo direttamente e appena c'è l'opportunità di inserire qualche nuovo articolo nell'offerta Quadrifoglio lo facciamo.
I nostri clienti non devono andare a rifornirsi altrove, siamo qui per assolvere le richieste e risolvere i problemi.

Che trend osserva?
È un mondo in costante sviluppo, ogni giorno esce un nuovo prodotto, la tecnologia evolve, bisogna stare sul pezzo e cercare sempre le condizioni migliori.
Internet da questo punto di vista è stata una fortuna ma anche una rovina: ecco perché, oltre a commercializzare i prodotti facendo di tutto perché siano disponibili a prezzi competitivi, accentriamo il servizio su di noi.

Particolarità del vostro catalogo?
Su 900 prodotti almeno 100 non possono mai finire. Per esempio il materiale consumabile di una carrozzeria: le tazze per verniciatura (senza si blocca tutto), le carte per mascherare la macchina, i vari rivetti... Il cliente si accorge che sta finendo quando... è finito. Il nostro compito è di evadere l'ordine il più velocemente possibile.
Negli 800 metri quadrati del magazzino di Arcore abbiamo circa 850 articoli di materiale consumabile in pronta consegna. Il resto, due-trecento prodotti, in 24-48 ore.

I punti di forza di Quadrifoglio?
Tempestività, qualità dell'intervento, esperienza. Chi lavora per noi è stato provato sul campo, e in cabina di regia c'è Della Croce.

  • Giro d'Italia in... elettrico
    23 marzo 2019 - Hanno percorso 1.250 chilometri lungo le direttrici Roma-Milano e Torino-Venezia le due Volkswagen e-Golf protagoniste del Giro d'Italia in elettrico promosso da LeasePlan in collaborazione con Repower e Volkswagen. Non si è trattato di una gara ma di un viaggio, dal 25 al 28 febbraio, per dimostrare che la mobilità a emissioni zero...

  • Fusione Psa-Fca: rumors scatenano la Borsa
    20 marzo 2019 - La famiglia Peugeot è pronta a sostenere Psa in eventuali operazioni di acquisizione che potrebbero coinvolgere anche Fca. A rilanciare i rumors su una possibile alleanza, dopo quelli circolati al Salone dell'Auto di Ginevra, è Robert Peugeot: intervistato da Les Echos, l'amministratore delegato della holding di famiglia si dice appunto...

  • Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?
    18 marzo 2019 - La demonizzazione del Diesel ha avuto tra i suoi effetti quello di creare confusione tra gli italiani che si apprestano a sostituire la propria auto. Lo rivela l'indagine Doxa 'Cittadini nel caos: quale motore scegliamo?' presentata all'evento milanese Forum Automotive. Secondo lo studio a risposta multipla, il 71 per cento non si sente...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK