Il Contest MIRO strumento
di condivisione dei risultati

Chiuso il Contest 2018 se n'è già aperto un altro. Funziona la formula adottata da MIRO per incentivare il personale ricambi delle concessionarie socie a fare sempre meglio. Che non vuol dire 'solo' vendere più ricambi originali agli autoriparatori affiliati ma aumentare il grado di fidelizzazione in un'ottica di crescita globale. Anche a febbraio, infatti, il consorzio AsConAuto di Milano ha registrato un incremento a doppia cifra sia in termini di vendite che di numero di clienti serviti.

Lo scorso giovedì, una piacevole serata al Ristorante 'Il Pascoli' di Cusago insieme a una nutrita rappresentanza del personale ricambi delle concessionarie socie MIRO è stata quindi l'occasione per premiare i vincitori del primo Contest dedicato ai Parts manager. 
Nella stessa serata è stata anche illustrata da Nomesis l'indagine soddisfazione clienti 2018 ed è stato fatto il punto della situazione sulle iniziative programmate per il 2019, culminate nel dibattito sul 'Patto di assistenza tecnica'" e sulle sue ricadute a beneficio di tutti gli autoriparatori affiliati.

Relativamente al Contest, il presidente Giovanni Rigoldi ha tenuto a sottolineare che "non si tratta di una gara ma di un confronto che chiama in causa gli uomini di magazzino sugli elementi chiave del loro operato quotidiano: fatturato incrementale, acquisizione di nuovi clienti, uso di Integra… Sono elementi oggettivi che aiutano a valutare l'andamento dell'attività, indicatori che consentono di verificare mensilmente insieme al promoter il risultato ottenuto rispetto a quello che era stato espresso l'anno prima o anche il mese prima". Ha inoltre ribadito che "nel costruirlo si è pensato a un modo simpatico per creare anche uno spirito di costruttiva competizione fra le varie concessionarie".

Per la cronaca: il Contest 2018 ha visto sul gradino più alto del podio Autorigoldi Spa (Volkswagen - Audi - Škoda); seconda classificata Pechini Spa (Renault - Dacia), terza BMW Milano Srl (BMW - Mini).

Per le mani di tutti gli uomini di magazzino passa una fetta importante del business della concessionaria. Il responsabile Ricambi, in particolare, non solo si occupa degli acquisti e delle vendite, ma deve avere le competenze per gestire un business sempre più complesso, deve monitorare tutti gli indicatori di efficienza dello stock e quindi i canali di vendita, deve tenere i rapporti con il costruttore e con gli autoriparatori clienti. Ha una grande responsabilità che va sostenuta, incentivata e premiata.

  • Esodo, consigli per viaggiare sicuri
    19 aprile 2019 - Cinture di sicurezza, bambini, animali domestici, bagagli, e una app per ricevere assistenza in caso di necessità. In vista dell'esodo sulle strade e autostrade del Paese, che porterà a un traffico molto intenso fino al 6 maggio, gli esperti dell'Automobile Club d'Italia hanno stilato un elenco di consigli per viaggiare rilassati e sicuri anche in questi...

  • Ricambi contraffatti distrutti a Trieste
    17 aprile 2019 - Nei giorni scorsi, presso il Punto Franco del Porto di Trieste, sono stati distrutti 2.488 pezzi di ricambio Hyundai e Kia dichiarati in modo illegittimo per l'importazione da un rivenditore generico di autoricambi, non accompagnate dalla prevista autorizzazione e destinate alla Slovenia. La merce, sottoposta a controllo da parte dei funzionari del servizio...

  • Riforma CdS, c'è chi dice sì
    15 aprile 2019 - Non è ancora stata completamente definita ma la riforma del codice della strada fa comunque discutere. Secondo il sondaggio condotto da AutoScout24, portale di annunci per la compravendita di auto e moto, è stata valutata nel complesso positivamente dal 56 per cento degli intervistati, mentre soltanto il 10 l'ha giudicata in modo negativo...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK