Il Contest MIRO strumento
di condivisione dei risultati

Chiuso il Contest 2018 se n'è già aperto un altro. Funziona la formula adottata da MIRO per incentivare il personale ricambi delle concessionarie socie a fare sempre meglio. Che non vuol dire 'solo' vendere più ricambi originali agli autoriparatori affiliati ma aumentare il grado di fidelizzazione in un'ottica di crescita globale. Anche a febbraio, infatti, il consorzio AsConAuto di Milano ha registrato un incremento a doppia cifra sia in termini di vendite che di numero di clienti serviti.

Lo scorso giovedì, una piacevole serata al Ristorante 'Il Pascoli' di Cusago insieme a una nutrita rappresentanza del personale ricambi delle concessionarie socie MIRO è stata quindi l'occasione per premiare i vincitori del primo Contest dedicato ai Parts manager. 
Nella stessa serata è stata anche illustrata da Nomesis l'indagine soddisfazione clienti 2018 ed è stato fatto il punto della situazione sulle iniziative programmate per il 2019, culminate nel dibattito sul 'Patto di assistenza tecnica'" e sulle sue ricadute a beneficio di tutti gli autoriparatori affiliati.

Relativamente al Contest, il presidente Giovanni Rigoldi ha tenuto a sottolineare che "non si tratta di una gara ma di un confronto che chiama in causa gli uomini di magazzino sugli elementi chiave del loro operato quotidiano: fatturato incrementale, acquisizione di nuovi clienti, uso di Integra… Sono elementi oggettivi che aiutano a valutare l'andamento dell'attività, indicatori che consentono di verificare mensilmente insieme al promoter il risultato ottenuto rispetto a quello che era stato espresso l'anno prima o anche il mese prima". Ha inoltre ribadito che "nel costruirlo si è pensato a un modo simpatico per creare anche uno spirito di costruttiva competizione fra le varie concessionarie".

Per la cronaca: il Contest 2018 ha visto sul gradino più alto del podio Autorigoldi Spa (Volkswagen - Audi - Škoda); seconda classificata Pechini Spa (Renault - Dacia), terza BMW Milano Srl (BMW - Mini).

Per le mani di tutti gli uomini di magazzino passa una fetta importante del business della concessionaria. Il responsabile Ricambi, in particolare, non solo si occupa degli acquisti e delle vendite, ma deve avere le competenze per gestire un business sempre più complesso, deve monitorare tutti gli indicatori di efficienza dello stock e quindi i canali di vendita, deve tenere i rapporti con il costruttore e con gli autoriparatori clienti. Ha una grande responsabilità che va sostenuta, incentivata e premiata.

  • Auto aziendali, vince il bianco
    19 giugno 2019 - Nel 2015 piaceva nera, e in seconda e terza battuta argento o grigia (per trovarla bianca bisognava scendere nelle preferenze fino al quarto posto); nel 2017 era grigia o al massimo bianca; due anni dopo, il colore più gettonato per l'auto, anche aziendale, è indiscutibilmente il bianco. Risulta da una rilevazione condotta da Econometrica...

  • Tachigrafo digitale: obbligo per bus e tir
    17 giugno 2019 - Per la prima volta a partire dallo scorso 15 giugno, tutti i nuovi camion e gli autobus immatricolati nell'Unione Europea devono avere installato un tachigrafo digitale intelligente. Lo strumento serve a registrare le attività degli autisti per migliorare l'effettiva applicazione delle regole Ue in materia di ore di lavoro alla guida e riposo. L'azione rientra...

  • Auto green: Lombardia al top
    15 giugno 2019 - È la Lombardia la regione top per immatricolazioni di vetture 'green' e per incidenza sul totale vendite (7,3 per cento), ma a crescere maggiormente sono la Puglia (+86,2 per cento), la Toscana (+69,8) e il Molise (+65,9). In calo la Valle d'Aosta: -5,2 per cento. Risulta dall'elaborazione del Centro Studi di AutoScout24 su base dati ACI del periodo...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK