Roberto Muriglio (Officina Gigi),
il meccanico campione di rally

Da ex pilota di kart - con un palmarès di tutto rispetto che lo vede a vent'anni campione europeo nel 2005 - Roberto Muriglio ha preso l'invito a partecipare all'evento Gen-Art al kartodromo di Rozzano come un piacevole diversivo. In tuta blu almeno 12 ore al giorno in 'Autofficina Gigi' a Melzo (Mi), il 21 maggio si è messo anche il casco.

Le piace vincere facile?
In effetti... Scherzi a parte, è stata una gara tra amici. Sono stato 'obbligato' a staccare dal lavoro, mi ha fatto piacere stare tutti insieme. In più, Gen-Art ha presentato un prodotto valido per la pulizia del motore. Mi sa che diventerò cliente...

Il lunedì di nuovo in Via Erba numero 16? Com'è il giro di lavoro?
La nostra è una piccola attività famigliare. È stato mio padre Gigi ad avviarla nel 1982 e a portarla avanti da solo finché sono entrato stabilmente anch'io. Per anni ho fatto il pilota di kart e tuttora collaboro con Quattroruote come istruttore di guida sicura e di guida sportiva. Stando in pista ho dovuto imparare per forza a fare il meccanico! Ma lavorare con mio padre è stata una scelta, non un obbligo.

Dodici ore al giorno quando va bene?
Apriamo la mattina alle 8 e un quarto e spesso alla sera alle 8 o alle 9 siamo ancora qui. Nonostante non siamo a Milano abbiamo un buon giro di lavoro, almeno 5-6 ingressi al giorno, dal tagliando alle riparazioni più importanti, dalla Panda alla supercar passando per i furgoni.
La clientela è molto ampia.

Fidelizzata negli anni?
Solo con il passaparola, non abbiamo un sito internet e non siamo su Facebook. Papà ha fatto un gran lavoro in questi 40 anni... I clienti che sono rimasti con noi hanno scelto la piccola azienda famigliare che risponde in prima persona. Sanno che possono contare su di noi, si fidano, e si possono appoggiare ad Autofficina Gigi anche per altre necessità. Siamo meccanici, ma abbiamo un buon rapporto con la carrozzeria vicino a noi e con il gommista poco distante. Siamo dell'idea che ognuno deve saper fare il proprio lavoro. Piuttosto che prendere qualcuno e formarlo, preferiamo collaborare con chi quel lavoro già lo fa.

A proposito di collaborazione, come si trova con MIRO?
Molto bene. Se oggi compro più ricambi originali di un tempo è proprio grazie a MIRO. Conoscevo Matteo Milani (contitolare della concessionaria Suzuki 'Fratelli Milani' e consigliere di amministrazione MIRO, NdA) per la mia attività di pilota, e ad un certo punto mi ha chiesto come mai non fossi cliente del consorzio. Visto come sta andando, mi spiace solo non esserlo diventato prima, ma prima non seguivo l'officina come la seguo oggi.

Monta solo originale?
50 e 50, ma potrei incrementare gli acquisti di ricambi originali fino all'80-90 per cento, e sui ricambi di alta movimentazione arrivare a lavorare solo con l'originale.
Le Case fanno sconti importanti, il mio problema è la consegna: già MIRO ne fa due al giorno, ma con l'impronta che ho dato al lavoro da un paio d'anni - e cioè la macchina deve entrare la mattina e uscire due ore dopo o al massimo entro sera - due consegne non sempre bastano.

Ha citato le Case, il servizio... Delle concessionarie che cosa mi dice?
Nessun problema. Per gli ordini telefono - sì, lo so che potrei usare Integra ma per ora mi viene più comodo chiamare e parlare con il magazziniere - e quando ho avuto bisogno di assistenza l'ho avuta. Nel nostro settore ci si fa la guerra, ci si porta via il lavoro, ma quando ho chiesto aiuto ho trovato tutti gentili e subito operativi.

  • Grandi flotte, l'elettrico non sfonda
    14 ottobre 2019 - Nonostante gli eco-bonus previsti dal Governo nel 2019, l'offerta di vetture elettriche non sfonda nemmeno nel settore delle grandi flotte aziendali. A frenare i driver, che preferiscono affidarsi a veicoli diesel, sono limiti di autonomia, rete infrastrutturale insufficiente e scarsa conoscenza del prodotto. Migliora, per contro, la percezione delle...

  • Sicurezza stradale: quanto conta la vista!
    11 ottobre 2019 - Se alle visite per il rinnovo della patente di guida si misurassero tutti i parametri legati alla vista e non solo l'acuità visiva si potrebbero risparmiare 800 morti e 4500 feriti l'anno, oltre ad almeno 4 miliardi di spese. Lo ha detto, durante un incontro in occasione della Giornata mondiale della vista a Roma, Raffaele Sangiulo, Presidente...

  • Euro NCAP, BMW batte tutti
    9 ottobre 2019 - Cinque stelle per le Serie 1 e 3 della BMW, quattro per Peugeot 208 e Jeep Cherokee. Sono i risultati della sesta serie di test Euro NCAP 2019, il progetto internazionale di valutazione degli standard di sicurezza delle auto nuove di cui è partner l'Automobile Club d'Italia. Regina indiscussa BMW Serie 3, che ha conquistato i punteggi massimi nelle prove...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK