AutoCenter Arese con i Salesiani,
una scuola per i futuri carrozzieri

"La nuova sede", precisa Paolo La Vitola, "ospita la carrozzeria e la scuola". Scuola?!? Già, perché il titolare di AutoCenter Arese (Mi), che con i Salesiani ha un rapporto di lunghissima data, ha pensato bene di mettere a disposizione degli allievi del vicino Centro Salesiano di Via Don Francesco della Torre strutture e conoscenze: "Il futuro non sono io ma quelli che verranno dopo di me. Credo si debba dare un'opportunità a chi dovrà entrare nel mondo del lavoro anche con un titolo di studio. Con i miei colleghi e con MIRO...".

MIRO? È una triangolazione?
È grazie al consorzio, di cui sono cliente da sette, otto anni, che alcuni di questi ragazzi avranno la possibilità di fare uno stage nelle officine delle concessionarie socie. Ho pensato che una scuola professionale introdotta in azienda ti dà due vantaggi: da una parte fai esperienza pratica, dall'altra hai già un piede nel mondo del lavoro. Il primo corso partirà il 6 ottobre e MIRO sta valutando la possibilità di assegnare delle borse di studio.

Che tipo di corso?
Per futuri carrozzieri. Sarà frequentato da una trentina di studenti del secondo e terzo anno del Centro Salesiano, scelti dai loro insegnanti in base alle attitudini e alla volontà di fare un domani questo mestiere. Stiamo definendo il calendario, ma saranno almeno quattro ore alla settimana di moduli diversi: le basi della carrozzeria e poi un modulo specifico sulla preparazione e verniciatura, uno sulle tecniche levabolli, un altro sui sistemi di taratura degli ADAS... Insegneranno i loro docenti, i nostri tecnici, i tecnici dei nostri partner, i produttori...

Dal punto di vista logistico siete pronti?
Certo, abbiamo tre aule dedicate, i bagni separati da quelli del personale, e una lounge tutta per loro.

Che cosa dicono i suoi dipendenti?
Che i ragazzi dovranno stare solo dietro i vetri! Scherzi a parte, stiamo parlando di una scuola professionale, molto pratica, e la professione la impari davvero sulle macchine.

Quando ha costruito la scuola ha costruito anche la nuova carrozzeria. Ci vuole presentare AutoCenter Arese?
È stata fondata trent'anni fa da papà Luigi, che è partito con la sola officina. Io sono entrato in azienda due anni prima che morisse, nel 1997. Quando ho preso io le redini, AutoCenter Arese aveva otto dipendenti e c'erano ancora due soci che poi sono stati liquidati. Adesso siamo in 40 - tra amministrativi, accettatori, operativi - tutti connessi sotto lo stesso cloud.
La sede storica, che dai 900 metri quadrati iniziali è cresciuta nel tempo fino a tremila, c'è ancora e ospita l'officina con 20 ponti sollevatori, tre linee di revisioni, due postazioni gomme e magazzino di stoccaggio. E una sala accettazione di 150 metri quadrati, dove il cliente viene accolto e coccolato.
La stessa sala c'è anche, più piccola, nella nuova sede, seimila metri quadrati coperti a cento metri di distanza da quella storica, che ospita la carrozzeria e la scuola. La nuova carrozzeria ha una particolarità, anzi due, di cui vado particolarmente orgoglioso: l'area operativa che si può osservare dall'alto e una cabina di verniciatura di design, in cristallo.

Per che giro di lavoro?
Oltre i cento ingressi a settimana. Siamo carrozzeria autorizzata Fiat, Alfa, Lancia, Fiat Professional, Abarth, e da poco Renault e Dacia. Come officina siamo autorizzati per gli stessi marchi tranne Renault e Dacia, per ora.

Lavorate con le compagnie di noleggio?
Da sempre, praticamente con tutte. È un rapporto, equilibrato, che abbiamo intensificato negli ultimi anni.

E con le compagnie assicurative?
Idem come sopra. Una grossa fetta della nostra clientela è canalizzata dalle assicurazioni.

MIRO, invece, è entrato nella vostra orbita un po' più tardi...
Ma noi ci rifornivamo già dai concessionari. Con il consorzio si è evoluto il metodo di consegna dei ricambi originali: anche prima di MIRO alcuni concessionari consegnavano a domicilio, ma in momenti diversi. Con MIRO arriva tutto e tutto insieme, sai a che ora arriverà il furgone e in quelle due fasce orarie metto una persona e ottimizzo il tempo.

L'originale è una scelta a monte?
Usiamo ricambi originali perché sono qualitativamente migliori di quelli di concorrenza e soprattutto sono garantiti. Lavoriamo tanto con i noleggi e le assicurazioni, volumi talmente importanti da avere la necessità di dare garanzie al cliente. Il margine di guadagno è ridotto ma sei più tranquillo la sera, non hai dubbi sulla provenienza.
Ordiniamo via mail con i codici - meno usiamo il telefono e meglio è - per tante ragioni: io voglio la tracciatura dell'ordine dei ricambi, per una qualunque eventuale contestazione successiva e poi perché in questo modo si misura il tempo. In una struttura delle nostre dimensioni ottimizzare i processi è fondamentale.

Il cliente lo percepisce? Perché secondo lei sceglie AutoCenter Arese?
Oltre alle nostre garanzie - dieci anni sulle verniciature per esempio - fanno tanto i marchi e l'essere sulla piazza da trent'anni. Da noi vengono i meccanici a fare le diagnosi! Soprattutto, siamo un'azienda seria.

  • Grandi flotte, l'elettrico non sfonda
    14 ottobre 2019 - Nonostante gli eco-bonus previsti dal Governo nel 2019, l'offerta di vetture elettriche non sfonda nemmeno nel settore delle grandi flotte aziendali. A frenare i driver, che preferiscono affidarsi a veicoli diesel, sono limiti di autonomia, rete infrastrutturale insufficiente e scarsa conoscenza del prodotto. Migliora, per contro, la percezione delle...

  • Sicurezza stradale: quanto conta la vista!
    11 ottobre 2019 - Se alle visite per il rinnovo della patente di guida si misurassero tutti i parametri legati alla vista e non solo l'acuità visiva si potrebbero risparmiare 800 morti e 4500 feriti l'anno, oltre ad almeno 4 miliardi di spese. Lo ha detto, durante un incontro in occasione della Giornata mondiale della vista a Roma, Raffaele Sangiulo, Presidente...

  • Euro NCAP, BMW batte tutti
    9 ottobre 2019 - Cinque stelle per le Serie 1 e 3 della BMW, quattro per Peugeot 208 e Jeep Cherokee. Sono i risultati della sesta serie di test Euro NCAP 2019, il progetto internazionale di valutazione degli standard di sicurezza delle auto nuove di cui è partner l'Automobile Club d'Italia. Regina indiscussa BMW Serie 3, che ha conquistato i punteggi massimi nelle prove...

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni OK